Archivio > COMUNICATO STAMPA

Asl di Sondrio: sbagliato fare un commissario straordinario, si doveva nominare il dg

SANITÀ »

 

 


Asl di Sondrio, Costanzo (PD): sbagliato fare un commissario straordinario, si doveva nominare il direttore generale

Il consigliere regionale del Pd Angelo Costanzo interviene sulla nomina del commissario straordinario dell’Asl di Sondrio, avvenuta oggi da parte della Giunta regionale, nella persona del dottor Giovanni Manzi.

“Non ho nulla da eccepire sulla persona individuata dalla Regione per guidare temporaneamente l’Asl – dichiara Costanzo - ma ritengo che la nomina di un commissario straordinario si sempre una sconfitta. Occorre nominare al più presto il nuovo direttore generale, perché è inconcepibile che la Giunta regionale non sia in grado di trovare subito una soluzione stabile per l’azienda  a causa dell’incapacità di Pdl e Lega di effettuare nuove nomine, presi come sono dalle logiche del manuale Cencelli. C’è, quindi, un problema di politica ingessata e c’è anche un problema di regole per le designazioni dei vertici delle aziende pubbliche, in particolare nel campo della sanità. Regole che vanno riviste sostituendo alla logica spartitoria criteri di qualità e capacità. Sarebbe inoltre opportuno che le nomine non dipendessero unicamente dal Presidente della Regione ma che fossero almeno condivise anche con la conferenza dei sindaci”.

“Questa poteva essere l’occasione – aggiunge –  per accorpare la gestione e superare la divisione tra l’Asl e l’Azienda ospedaliera della Valtellina e della Valchiavenna. Sarebbe stato il modo per dare un modello gestionale ad hoc, come peraltro già avviene in Valcamonica, all’unica provincia lombarda interamente montana”.

Milano, 2 luglio 2012


Condividi questo articolo

Vedi anche: