Archivio > COMUNICATO STAMPA

SS36: dal 15 giugno si ritornerà alla normalità, ora la Regione aiuti le aziende danneggiate

TRASPORTI E INFRASTRUTTURE »

 

 


SS36, Straniero (Pd): “Dal 15 giugno si ritornera' alla normalita'. Adesso la Regione aiuti le aziende danneggiate dalla chiusura della Galleria”

Questo pomeriggio si è tenuta una seduta straordinaria della Commissione Infrastrutture e Trasporti del Consiglio regionale, così come richiesto dai consiglieri regionali del PD Raffaele Straniero e Luca Gaffuri, per audire i vertici Anas chiamati a relazionare in merito ai problemi strutturali rilevati nella galleria Monte Piazzo e alla conseguente chiusura della Superstrada 36. Presenti all’incontro anche le Province di Como, Lecco e Sondrio, i rappresentanti delle Camere di Commercio di Como, Lecco e Sondrio, e i Comuni di Bellano, Colico, Dervio, Lierna e Perledo. Dopo aver illustrato nel dettaglio la situazione, l’Anas ha dichiarato che verrà rispettato il crono programma dei lavori e che la riapertura della SS36 è prevista per il prossimo 15 giugno.

“Apprezziamo la celerità con cui si è proceduto nel convocare l’audizione – dichiarano – e soprattutto la volontà dell’Anas di riaprire la SS36 in anticipo rispetto ai tempi previsti. Dal 15 giugno si ritornerà alla normalità: è una bella notizia per tutti coloro che quotidianamente si spostano da Lecco verso la Valtellina, la Valchiavenna e la Svizzera: in queste settimane la situazione, diventata sempre più insostenibile, ha creato ingenti disagi non solo per la circolazione viaria ma anche per il turismo e l’economia delle zone interessate. Questa spiacevole occasione a messo a nudo le difficoltà esistenti nei collegamenti infrastrutturali tra le province di Lecco, Como e Sondrio – continuano – e dimostra come vi siano dei nodi viabilistici, come la SP72, che necessitano di importanti lavori di manutenzione a cui va aggiunto un potenziamento del sistema ferroviario tra Lecco e Sondrio. La Regione, in questa situazione di emergenza, ha aumento il numero delle corse ferroviarie tra le due province e di questo siamo grati. Ma non basta. Sarebbe opportuno che l’assessorato riveda il planning del trasporto ferroviario per garantire questi collegamenti anche dopo il 15 giugno. La Commissione questo pomeriggio ha espresso la volontà di riprendere positivamente le sollecitazioni giunte dagli enti locali presenti per affrontare le principali questioni emerse a livello viabilistico”.

Nel suo intervento Straniero ha ricordato, anche, la mozione del Pd, depositata settimana scorsa, volta a dare un sostegno alle imprese danneggiate dalla chiusura della SS 36 e dalla deviazione del traffico pesante sulla SP 72.  “Con la mozione chiediamo alla Giunta di impegnarsi a recuperare, in fase di assestamento di bilancio, e a destinare a fondo perduto delle risorse – concludono gli esponenti del Pd – così come è stato fatto per le aziende commerciali operanti nei distretti o nelle aree limitrofe dei soli Capoluoghi con più di 100.000 abitanti per attenuare i disagi economici degli esercizi commerciali per lavori di pubblica utilità. Ci auguriamo che la stessa attenzione e celerità, dimostrata oggi, ci sia anche da parte della Giunta”.

Milano, 4 giugno 2013

 


Condividi questo articolo

Vedi anche: