Archivio > COMUNICATO STAMPA

Treni Milano-Bergamo: ripristinata la sesta carrozza, ma la qualità del servizio rimane scadente

TRASPORTI E INFRASTRUTTURE »

 

 


Treni Milano – Bergamo

Scandella (PD) e Bruni (Patto civico): “La Regione ripristina la sesta carrozza sulle linee degli orari di punti ma la qualità del servizio rimane scadente”

 

Dalla prossima settimana, sulla tratta Bergamo – Milano, negli orari di punta Trenord provvederà a ristabilire la sesta carrozza. Nessuna novità, invece, sul fronte della pulizia e sui 62 nuovi treni annunciati nei giorni scorsi da Regione e Trenord ma di cui ancora non si conosce la destinazione. Lo si apprende dalle dichiarazioni dell’assessore regionale ai trasporti Maurizio Del Tenno intervenuto questo pomeriggio in Aula per rispondere ad un’interrogazione congiunta firmata da tutti i consiglieri regionali bergamaschi, ad eccezion fatta del Pdl, in merito all'insufficiente qualità del servizio ferroviario in provincia di Bergamo, come testimoniano le tante segnalazioni di pendolari e gli articoli dei giornali locali.

“Non siamo soddisfatti della risposta dell’assessore Del Tenno – dichiara il consigliere regionale del PD Jacopo Scandella – Si tratta di una situazione indecorosa che dura ormai da troppo tempo e che richiede interventi mirati sia in termini di rinnovo del materiale rotabile sia di riorganizzazione della linea stessa. Interventi di cui non si vede traccia nell’intervento dell’assessore. Unica consolazione è il vagone in più sulle linee degli orari di punta – continua – ma non si fa altro che ripristinare un servizio la cui qualità rimane comunque scadente, nonostante dal primo di settembre le tariffe siano anche aumentate. Sul tema il PD ha cercato sempre di fare la sua parte attraverso iniziative e azioni istituzionali, basti ricordare il censimento della qualità dei servizi durante il Tour delle stazioni ed in ultimo la battaglia per la salvaguardia degli 8 interregionali che collegano Milano – Treviglio – Brescia - Verona. La Regione non può pensare di sedare gli animi attraverso una politica degli annunci che non trovano riscontro nella quotidiana vita dei pendolari”.

Dello stesso tenore il commento del consigliere regionale del Patto Civico Roberto Bruni. “L’assessore ci dice che la situazione è monitorata e seguita. – dichiara Bruni - E ci mancherebbe altro. Il punto, però, è che non viene affrontata. La linea Milano-Bergamo è una delle più frequentate e, insieme, tra le più disagiate. Il servizio, dal numero delle carrozze, alla pulizia, alla puntualità, è al di sotto degli standard minimi di un Paese civile. Mentre rimangono molto nel vago anche le parole sulla destinazione dei 62 nuovi treni annunciati. Così proprio non va”.

 

 

 

Milano, 5 novembre 2013

 


Condividi questo articolo

Vedi anche: