Archivio > COMUNICATO STAMPA

Trenord: la Regione ritiene inadeguati i vertici dell'azienda? Bene, allora si cambi registro

TRASPORTI E INFRASTRUTTURE »

 

 


Trenord, Carra (Pd): “La Regione ritiene inadeguati i vertici dell’azienda? Bene, allora si cambi registro” 

“La classifica di Legambiente purtroppo non sorprende. Sono mesi che, con interrogazioni, interpellanze e ordini del giorno, denunciamo la pessima qualità del servizio ferroviario regionale nella provincia di Mantova che rimane tale nonostante annunci e promesse da parte della Regione. L’assessore Del Tenno in più occasioni ha scaricato le responsabilità su Trenord senza però intervenire in maniera concreta e mirata. La Regione ritiene inadeguati i vertici di Trenord? Bene, allora è giunto il momento di prendere seriamente in considerazione la possibilità di cambiare registro”. Decisa è la presa di posizione del consigliere regionale del PD Marco Carra alla luce della pubblicazione del dossier Pendolaria di Legambiente che conferma come la linea Milano - Cremona - Mantova sia tra le 10 linee peggiori d'Italia, meglio solo di quattro linee che attraversano rispettivamente Sicilia, Molise, Salerno ed Emilia.

“Gli innumerevoli disagi vissuti costantemente dai pendolari mantovani devono far interrogare chi gestisce il servizio ferroviario lombardo – continua Carra  – basta con la politica degli annunci se poi il servizio offerto rimane sempre sotto gli standard di qualità. La situazione è davvero critica, non solo in questi giorni,  ma il problema è sia strutturale sia gestionale. Ritardi consistenti, disservizi lungo la tratta, riduzione degli standard manutentivi ciclici dell'infrastruttura dovuti alla riduzione del personale addetto, e anche la mancata istallazione delle apparecchiature necessarie ad evitare che gli scambi si ghiaccino. I pendolari si aspettano che la politica dia delle risposte, oggi le vogliamo dall'Assessore Del Tenno. Infine mi rivolgo ai pendolari per chiedere di organizzare assieme a me e ai mie colleghi mantovani in Regione un incontro per dare forza alle richieste e fare pressione alla Giunta.”

Milano, 10 dicembre 2013


Condividi questo articolo

Vedi anche: