Archivio > COMUNICATO STAMPA

Gioco d'azzardo: un controsenso far pagare per eliminare le slot-machine

ISTITUZIONI E POLITICA »

 

 


gioco d'azzardo, girelli (pres commissione regionale antimafia): controsenso far pagare per eliminare slot-machine

“Non possiamo permettere che la burocrazia impedisca il diffondersi di buone pratiche per il contenimento del gioco d'azzardo”. È quanto afferma il Presidente della Commissione speciale antimafia del Consiglio regionale della Lombardia, Gian Antonio Girelli, in merito alla vicenda che ha colpito Laura, proprietaria di un'edicola a Brusaporto (BG) che voleva eliminare le slot-machine dal proprio esercizio commerciale ma si è vista arrivare la richiesta di 12mila euro di penale dalla Sisal.

“È un controsenso approvare una legge regionale che impegna istituzioni e cittadini a regolamentare il gioco d'azzardo e poi impedire ai commercianti di eliminarne la presenza all'interno dello loro attività”.

La legge approvata lo scorso ottobre da Regione Lombardia punta infatti a diminuire sensibilmente la presenza sul territorio regionale del gioco d'azzardo, promettendo tra l'altro sgravi fiscali agli esercenti che provvedono volontariamente alla completa disinstallazione degli apparecchi da gioco e prevedendo forme premianti per i locali no slot: “se gli permetteremo però di diventarli” chiosa il Presidente della Commissione speciale antimafia Girelli.

Milano, 11 dicembre 2013


Condividi questo articolo

Vedi anche: