Archivio > COMUNICATO STAMPA

Secco Suardo: lavoro di squadra per ottenere la seconda classe, garantito il diritto di scelta

ISTRUZIONE E FORMAZIONE »

 

 


Secco Suardo

SCANDELLA (PD): “LAVORO DI SQUADRA PER OTTENERE LA SECONDA CLASSE. GARANTITO IL DIRITTO DI SCELTA DEL PERCORSO FORMATIVO”

“Grazie a un lavoro pressante cominciato in Provincia, proseguito in Regione con un’interrogazione e una mozione urgente, concluso in Parlamento grazie al contributo dell’on. Elena Carnevali, siamo riusciti a ottenere l’apertura della seconda sezione del liceo musicale Secco Suardo di Bergamo, che per un gruppo di ragazzi rappresenta un bel sogno che si avvera”, esulta Jacopo Scandella, consigliere regionale del Pd e componente della VII Commissione Cultura e istruzione del Consiglio regionale. Aveva fatto sua la battaglia per dare soddisfazione a quei giovanissimi talentuosi che rischiavano di rimanere tagliati fuori dal percorso di studi che avevano scelto. Ma, ci tiene a sottolineare il consigliere Pd, “il merito principale è dei genitori dei ragazzi che si sono mobilitati fin da subito e in maniera compatta per raggiungere questo obiettivo”.

Per il prossimo anno scolastico al liceo Secco Suardo “si erano iscritti 57 ragazzi – riassume Scandella –. Di questi 52 avevano superato la prova d’ammissione con ottimi risultati, ma da parte del Ministero era arrivata la doccia fredda: non c’erano soldi per aprire due classi e se ne sarebbe potuta fare una sola. Quindi, 25 ragazzi iscritti, altri 27 rimasti a piedi”.

Per Scandella non era solo questione di dover scegliere un’altra scuola, ma “una passione che sfuma e un diritto alla scelta del proprio percorso formativo che diventa impossibile esercitare, a causa delle conseguenze tangibili e tardive di anni di tagli alla scuola pubblica. E il Secco Suardo non è l’unico caso, purtroppo”.

Ma almeno per il liceo musicale di Bergamo, anche dopo il pressing esercitato su Regione Lombardia dallo stesso Scandella, la situazione si è per il momento risolta positivamente.

Milano, 16 aprile 2014


Condividi questo articolo

Vedi anche: