Archivio > COMUNICATO STAMPA

Montello: solo le analisi del terreno possono rassicurare la popolazione

AMBIENTE »

 

 


Montello

SCANDELLA (PD): “solo le analisi del terreno possono rassicurare la popolazione”

“Regione Lombardia faccia le analisi per togliere ogni dubbio”, lo ha chiesto Jacopo Scandella, consigliere regionale del Pd, oggi, martedì 10 giugno 2014, durante la seduta del Consiglio regionale, al termine del dibattito sulla sua question time a proposito dei materiali radioattivi che sarebbero stati stoccati nell'area destinata all'interporto di Montello. Scandella ha ricordato che "il Sismi, in tre note declassificate dalla Camera dei deputati, inserite in un fascicolo dedicato al traffico di rottami ferrosi dopo la caduta del Muro di Berlino, palesa la possibilità che notevoli quantità di materiali radioattivi provenienti dall'Est Europa potrebbero essere nascoste da vent'anni in quell'area, posta vicino a un'ex acciaieria". Alla Regione il consigliere Pd chiedeva, nell'interrogazione cosa intendesse fare "per verificare, anche attraverso carotaggi del terreno, la veridicità delle note del Sismi". L’assessore regionale all'Ambiente Terzi, fa sapere Scandella, “ha risposto che anche la Provincia di Bergamo e Arpa Bergamo hanno conosciuto la questione attraverso le notizie di stampa. Ma, essendo fatti del 1994 e nonostante l'interessamento della Procura di Reggio Calabria, sembra non ci sia stato alcun proseguio. L’assessore ha ribadito che, per il momento, la Regione si limiterà ad acquisire le tre note del Sismi e le analisi effettuate precedentemente dalla ditta Montello Spa e che solo allora potrà decidere quali strade intraprendere”. La preoccupazione, commenta infine il consigliere Pd, "è che quelle sostanze siano state fuse con altro materiale ferroso. Per questo abbiamo insistito per ottenere rilevazioni, carotaggi e analisi: vogliamo che la popolazione che vive in quel territorio sia rassicurata".

Milano, 10 giugno 2014


Condividi questo articolo

Vedi anche: