Archivio > COMUNICATO STAMPA

La nutria è nociva, la Regione si dia una mossa

AGRICOLTURA »

 

 


PD “Il governo classifica la nutria specie nociva. Ora la Regione metta più soldi per l’eradicazione e coordini le asl per lo smaltimento”

“Finalmente la nutria può essere considerata una specie nociva e quindi potrà essere catturata tutto l’anno al di là dei piani di contenimento. Dopo anni di attesa il governo e in particolare il ministro all’agricoltura Maurizio Martina correggono una stortura che gli agricoltori lombardi lamentano da tempo e ai quali la Lega quando coordinava questo ministero non ha saputo dare risposte concrete”. Lo dichiarano i consiglieri regionali del PD Marco Carra, Agostino Alloni e Giuseppe Villani in merito all’annosa questione del fenomeno delle nutrie fortemente sentito in tutto il sud della Lombardia e soprattutto nelle province di Mantova, Cremona e Pavia.

“Un primo grande passo è stato fatto. Siamo convinti che questa modifica alla legge 157/92 darà maggiore spinta per l’eradicazione di questo roditore che ogni anno provoca ingenti danni all’agricoltura nel sud della Lombardia, mette a rischio la sicurezza sulle strade e danneggia in maniera rilevante le difese spondali e il sistema irriguo del territorio. Adesso tocca alla Giunta regionale fare la sua parte – continuano i consiglieri del Pd - prendiamo atto che con la delibera della scorsa settimana, Regione Lombardia si è allineata alle modifiche inserite a livello nazionale. Anche se nel deliberato è specificato che non sono previste risorse aggiuntive per i piani di contenimento. In assestamento di bilancio sono previste 300 mila euro, una cifra per noi insufficiente per far fronte al problema nella sua complessità visto che i danni provocati sono di gran lunga ben superiori alla cifra stanziata. Inoltre poniamo un questione di natura sanitaria: chiediamo alla Giunta di coordinare le asl regionali così da rendere la procedura di smaltimento e seppellimento delle carcasse uguale in tutti i territori cosa che adesso invece non avviene”.

Milano, 7 agosto 2014


Condividi questo articolo

Vedi anche: