Archivio > COMUNICATO STAMPA

Elisoccorso: giusto il principio ma così è a rischio il concetto di servizio pubblico

SANITÀ »

 

 


elisoccorso: scandella (pd), “giusto il principio ma così è a rischio il concetto di servizio pubblico”

“Siamo tutti d’accordo nel dire che chi abusa del servizio, mettendo magari a rischio la vita dei soccorritori, deve pagare. Il provvedimento della Regione, per affrontare un caso limite, rischia però di mettere in discussione il principio su cui si basa ogni servizio pubblico. Se si decide di far pagare migliaia di euro per chi va in montagna non attrezzato adeguatamente, allora si rischia di doverlo fare anche per chi cade in casa perché ha camminato sul pavimento umido. E chi è sovrappeso dovrà pagare fino al 50% delle cure conseguenti a malattie cardiovascolari? E chi fuma e poi si ammala? Inoltre, con questa legge si chiede ai soccorritori, che sono quasi sempre volontari, di decidere se la persona soccorsa dovrà pagare migliaia di euro oppure nulla, dovendo loro stabilire se c’è stata negligenza. Fanno un lavoro prezioso, non credo si debba addossare a loro questa responsabilità”.

Così il consigliere regionale del PD Jacopo Scandella commenta l’approvazione, oggi in commissione sanità del Consiglio regionale, di un progetto di legge che di fatto introduce un ticket, che può arrivare al 50% del costo dell’intervento, per chi viene soccorso in montagna, se viene riscontrata la negligenza. Uno sconto sulla compartecipazione del 30%, voluto dalla Lega, è previsto per i residenti in Lombardia. Il Pd ha votato contro, perché non è riuscito a evitare che anche le vittime di incidenti, che necessitano cure sanitarie, siano costrette a pagare ticket costosissimi.

Milano, 11 febbraio 2015


Condividi questo articolo

Vedi anche: