Archivio > COMUNICATO STAMPA

Riforma della sanità: passa l'ordine del giorno a tutela degli ospedali ad alta specialità

SANITÀ »

 

 


Riforma sanità

GIRELLI (PD): “PASSA L’ODG PD  A TUTELA DEGLI OSPEDALI AD ALTA SPECIALITA’:

IMPEGNO ALLA VERIFICA SUI TERRITORI PER LA COSTITUZIONE DELLE AO””

 

L’istituzione di nuove AO sarà valutata già in autunno, entro il 31 ottobre. Lo stabilisce una norma transitoria contenuta nella legge di riforma del sistema sanitario lombardo e lo rafforza l’ordine del giorno, primo firmatario Gianantonio Girelli, fatto approvare dal Pd oggi dall’Aula. Il Niguarda di Milano, gli Spedali Civili di Brescia, il Papa Giovanni XXIII di Bergamo, il Circolo e Fondazione Macchi di Varese e il San Gerardo di Monza dovranno essere monitorati dalla Giunta al fine di un approfondimento necessario per prevedere la costituzione di specifiche aziende ospedaliere per quelle strutture che ne hanno i requisiti.

Questi 5 ospedali lombardi infatti, come da decreto Balduzzi, si caratterizzano per essere “hub” per via della presenza di almeno 5 alte specialità (EAS) per gli interventi a più elevata intensità e complessità, dedicate all’emergenza urgenza e equipe specializzate.

La riforma prevede la revisione dell’assetto della rete ospedaliera e il superamento delle AO attraverso l’istituzione di aziende sociosanitarie territoriali. “L’odg che abbiamo chiesto all’Aula di approvare è frutto dell’impegno preso da Maroni nei tavoli e in Aula e rappresenta un rafforzativo di un comma già contenuto nella legge: proprio sulla scorta di quel comma chiediamo un impegno preciso alla Giunta per non disperdere il patrimonio che, nel caso di Brescia, il Civile, ha maturato negli anni e auspichiamo che, a seguito della verifica della specificità suddetta, venga presa la decisione di istituire un’AO ad hoc, come per le altre 4 strutture, in modo da tutelare le eccellenze ospedaliere lombarde” ha detto Gianantonio Girelli.

Milano, 5 agosto 2015


Condividi questo articolo

Vedi anche: