Archivio > COMUNICATO STAMPA

Vigevano con la città metropolitana? Prima si ascolti il territorio

ISTITUZIONI E POLITICA »

 

 


Villani(PD): “Rinviato il voto sul provvedimento che accorpa Vigevano alla città metropolitana di Milano. Si ascolti il territorio”

 

Questo pomeriggio si è tenuta la Seduta congiunta della Commissione Affari istituzionali con la Speciale Riordino delle Autonomie. Oggetto della discussione era la proposta d’atto amministrativo numero 31 relativo alla richiesta di mutamento della circoscrizione provinciale del comune di Vigevano dalla Provincia di Pavia alla città metropolitana di Milano che oggi i commissari erano chiamati a votare. Il consigliere regionale del Pd Giuseppe Villani ha ottenuto il rinvio dell’approvazione per ragioni di natura tecnica e di buon senso e al contempo ha chiesto che venissero auditi il comune di Vigevano, l’amministrazione provinciale di Pavia e le associazioni industriali e di categoria quest’ultime ad oggi non coinvolte.

“Mi dichiaro soddisfatto per quello che si è deciso questo pomeriggio – dichiara Villani – Questa è una decisione importante per tutta la comunità e non può essere presa sopra le teste dei cittadini. Per queste ragioni ho chiesto che l’approvazione della Pda deve avvenire solo dopo avere ascoltato  le forze economiche ed industriali di Vigevano che per altro da tempo stanno lavorando ad uno studio mirato a capire quali e quanti vantaggi avrebbe il territorio. Con l’adesione eventuale del comune di Vigevano alla città metropolitana di Milano si intravedono sin da ora grossi elementi di criticità – spiega il consigliere del Pd -: Vigevano é inserito in un territorio, la Lomellina vigevanese, che ancora non é stato mai ascoltato. Così come gli stessi cittadini i quali dovrebbero essere chiamati in causa anche tramite referendum consultivo. Vigevano non deve diventare la succursale dell’ hinterland milanese  - conclude – è un comune importante, conta infatti 60mila abitanti, e come deve invece impegnarsi a costruire reali momenti di integrazione sociale, economico e istituzionale con gli altri comuni del territorio”.

 

Milano, 23 settembre 2015

 


Condividi questo articolo

Vedi anche: