Archivio > COMUNICATO STAMPA

Bosco Stella e Cava Castella: la Lombardia dica no alle discariche una volta per tutte

AMBIENTE »

 

 


 

 

 

Bosco Stella e Cava Castella

GIRELLI (PD): “DOMANI LA NOSTRA MOZIONE IN CONSIGLIO: REGIONE LOMBARDIA DICA NO ALLE DISCARICHE UNA VOLTA PER TUTTE”

Sui progetti di discariche a Bosco Stella, tra Ospitaletto, Castegnato, Paderno e Passirano, e Cava Castella, a Rezzato, ai cui iter autorizzativi l’Asl di Brescia ha risposto con l’ennesimo rifiuto, ora c’è anche una mozione di Gianantonio Girelli, consigliere regionale del Pd, che verrà discussa domani, martedì 6 ottobre 2015, in Consiglio regionale.

Il documento impegna la Giunta a sua volta a negare “visti i pareri dell’Asl e degli enti del territorio, l’autorizzazione alla localizzazione e alla attivazione delle discariche Bosco Stella e Cava Castella, dando risposte tranquillizzanti ai cittadini della zona che da anni esprimono grande preoccupazione”.

Girelli spiega perché: “Troppe volte non vi è da parte di Regione Lombardia la volontà politica di assunzione di responsabilità. Sui territori si assumono posizioni, si partecipa a manifestazioni, in Consiglio si presentano mozioni e poi si prendono decisioni completamente opposte giustificandole come ‘scelta tecnica’. È inaccettabile. Se la norma concede alla ‘tecnica’ tanto potere, cambiamo la norma, ma se così non fosse, una volta per tutte chiediamo di essere coerenti e rispettosi di quanto viene detto ai cittadini”.

Nel merito dei due casi, prosegue Girelli, “è chiara la volontà dei territori, dei Comuni, dei cittadini. È chiara la posizione dell’Asl. Non serve aggiungere altro se non ribadire in Consiglio quanto già detto e ridetto, senza distinguo, senza reticenze, ma con onestà intellettuale, mettendo al primo posto la tutela della salute dei cittadini e il recupero di una parte di territorio già fortemente compromesso”.

E preannuncia che venerdì 9 ottobre, al mattino, al Parco delle cave, a Brescia, si terrà un incontro con i consiglieri regionali e le realtà interessate alle emergenze ambientali per fare il punto sulla situazione dell’intera provincia, scambiare informazioni e considerazioni e intraprendere ogni iniziativa volta ad affrontare con concretezza i problemi.

Milano, 5 ottobre 2015


Condividi questo articolo

Vedi anche: