Archivio > COMUNICATO STAMPA

Convegno sul vino: non si può impedire un momento di confronto in una sede pubblica

AGRICOLTURA »

 

 


 

Convegno sul vino

VILLANI (PD): “NON CONSENTIREMO DI IMPEDIRE UN MOMENTO DI CONFRONTO IN UNA SEDE PUBBLICA”

 

“È stupefacente che un assessore se ne esca con argomentazioni di questo tipo come se una forza politica come il Partito democratico, ma questo vale per tutti, dovesse chiedere qualche autorizzazione a lui e farsi pure dettare gli argomenti da trattare dentro una struttura regionale. Oltre tutto se consideriamo l’uso quasi personale che la Lega fa delle istituzioni pubbliche, a partire dal Pirellone, sede del Consiglio regionale”, è fuori di sé Giuseppe Villani, consigliere regionale del Pd e componente dell’VIII Commissione Agricoltura, dopo aver letto le esternazioni, che definisce “del tutto fuori luogo”, dell’assessore regionale all’Agricoltura Fava, a proposito del convegno sul vino che il Pd ha organizzato all’enoteca regionale di Cassino Po.

 

“Il convegno si configura come un momento aperto, costruttivo che cerca di dare alcune risposte ai problemi reali che riguardano lo sviluppo della vitivinicoltura, in un quadro più ampio di sviluppo dell’Oltrepo – tiene a precisare Villani –. Ma è singolare il fatto che non si ritenga corretto utilizzare per l’incontro l’enoteca regionale, sede più che mai appropriata proprio in quanto finanziata con i soldi pubblici, quindi a disposizione di tutti”.

 

E d’altra parte, invece, “Fava e la Lega fanno ciò che vogliono del palazzo che ospita il Consiglio regionale, ovvero il Pirellone di Milano, come già successo con la scritta in facciata inneggiante il Family day o la conferenza stampa con la leader del Front national francese Marion Le Pen, dimostrando di considerare le istituzioni democratiche come una loro proprietà esclusiva”, aggiunge Villani.

 

Il consigliere Pd conclude: “Non ci faremo certamente intimorire e continueremo a dire la nostra opinione sullo sviluppo dell’Oltrepo, su una vitivinicoltura di qualità, sulla piena valorizzazione dei nostri prodotti e dei nostri produttori e delle tante persone, imprese e cantine che operano per il bene di questa terra. Non consentiremo a nessuno di impedire al Pd di confrontarsi con le istituzioni locali, con gli operatori del settore vitivinicolo – aziende, cantine, Consorzio, Distretto – e con gli operatori economici e sociali che da anni lavorano per promuovere una zona che offre tante opportunità”.

 

Milano, 24 marzo 2016

 

 


Condividi questo articolo

Vedi anche: