Archivio > COMUNICATO STAMPA

Eni Versalis: una risoluzione per salvare l'industria chimica lombarda e i suoi posti di lavoro

LAVORO »

 

 


 

ENI VERSALIS CARRA (PD): “RISOLUZIONE PER SALVARE L'INDUSTRIA CHIMICA LOMBARDA E I SUOI POSTI DI LAVORO”

La chimica in Italia sta subendo da anni una grave emorragia, dato che, le grandi aziende a cui fanno capo settori strategici per la competitività del sistema industriale hanno subito un pesante ridimensionamento negli ultimi anni. Realtà industriali importanti, solide colonne del manifatturiero e delle esportazioni del made in Italy in tutto il mondo hanno risentito pesantemente degli effetti negativi della grave crisi internazionale in corso e sono state interessate da consistenti processi di dismissione. Il processo di dismissioni attuato da Eni provocherà gravi conseguenze dal punto di vista occupazionale e per la competitività del comparto. La Giunta regionale dell'Emilia Romagna si è già attivata istituendo un tavolo istituzionale per la chimica e l'energia (Petrolchimico di Ferrara e di Ravenna). Il consigliere Pd Marco Carra ha presentato una risoluzione, apprezzata dai sindacati che oggi sono stati auditi in Commissione, che impegna la Giunta lombarda ad intervenire nei confronti del Ministero e del Governo affinché verifichi con Eni le condizioni di permanenza della stessa in Versalis e che, in caso di cessione di quote, l'acquirente sia un partner industriale in grado di rilanciare la petrolchimica; a chiedere al Governo di valutare il coinvolgimento del Fondo strategico nazionale quale strumento d'aiuto; ad attivarsi con le altre regioni per istituite un unico tavolo di coordinamento interregionale e definire un'azione coordinate con le aziende del territorio e condivisa con la pubblica amministrazione.

“Dobbiamo sostenere sino in fondo la lotta di Eni Versalis – spiega il consigliere Pd Marco Carra – E' stato fatto un patto tra organizzazioni sindacali e istituzioni. E anche il Consiglio regionale lombardo farà la sua parte attraverso la mia proposta di risoluzione, che sarà approvata a breve. Questa è l'azione politica più importante che possiamo fare a sostegno dell'industria chimica e dei suoi lavoratori”.

 

Milano, 24 marzo 2016

 


Condividi questo articolo

Vedi anche: