Archivio > COMUNICATO STAMPA

Lega Nord in Ticino: il Carroccio apre una sede, ma non risolve i problemi

ISTITUZIONI E POLITICA »

 

 


 

Lega Nord in Ticino GAFFURI (PD): “il carroccio apre una sede, ma non risolve i problemi di frontalieri e padroncini”

“La notizia che la Lega Nord stia per aprire una sede in Canton Ticino ci lascia molto perplessi, non tanto per la decisione in sé, considerato che anche il Pd ha una storica sezione nella Svizzera italiana, quanto per le modalità e le persone che vengono coinvolte”, lo dice Luca Gaffuri, consigliere regionale del Pd e segretario della Commissione speciale rapporti tra Lombardia e Confederazione elvetica.

“Passi per l’invito al sindaco di Lugano Borradori, visto che la sede aprirà a Massagno, ma già il fatto che sia presente l’erede della Lega dei Ticinesi, Boris Bignasca, figlio del fondatore, quando ormai tra i due partiti ‘fratelli’ i coltelli si sono affilati da tempo su temi come i frontalieri e i padroncini, suona quanto meno strano – continua Gaffuri –. Verrebbe da dire che, piuttosto che attorno a un rinfresco per un’inaugurazione, le due Leghe dovrebbero trovarsi attorno a un tavolo di trattative per risolvere i problemi quotidiani di quasi 70mila lombardi”.

Milano, 12 maggio 2016


Condividi questo articolo

Vedi anche: