Archivio > COMUNICATO STAMPA

No alla chiusura del centro meteorologico di Linate

TERRITORIO »

 

 


 

Centro Meteorologico Linate

PIZZUL (PD): “REGIONE LOMBARDIA SI MUOVA CONTRO LA DISMISSIONE DELL’IMPORTANTE SERVIZIO”

 

Gli eventi atmosferici improvvisi e violenti degli ultimi giorni confermano la necessità di poter disporre di previsioni meteo sempre più precise e tempestive, eppure il Centro meteorologico regionale di Milano Linate rischia la chiusura. Regione Lombardia si metta in prima fila per evitare che questo avvenga. In sintesi, è questo il contenuto della mozione depositata dal Gruppo regionale del Pd, che andrà in Aula nella seduta di martedì 7 giugno.

“Il 1° Centro meteorologico regionale è stato istituito nel 1934, presso l’aeroporto di Milano Linate, e rappresenta un centro di eccellenza – fa sapere Fabio Pizzul, consigliere regionale del Pd e primo firmatario della mozione –. Attraverso l’impiego di strumenti all’avanguardia è in grado di monitorare i dati meteorologici, rilevando 24 ore su 24 e 365 giorni l'anno, i dati su temperatura, precipitazioni, umidità relativa, eliofania, direzione e velocità del vento. Inoltre, provvede all’assistenza di base specifica per le attività aeronautiche, sia civili che militari, sull’intera area nazionale ed è polo di riferimento meteo per l’intero bacino dell’Italia settentrionale”.

Tra le collaborazioni, quella con l’Arpa Lombardia per il monitoraggio in quota dei parametri meteo indispensabili per la previsione degli inquinanti; con l’Autorità di Bacino del fiume Po, finalizzata alla prevenzione del rischio alluvionale; quella con Meteomont, in supporto al Comando Truppe alpine di Bolzano e al Corpo forestale dello Stato; con Università, istituti scolastici e associazioni culturali.

 

Ed è proprio una di queste, l'Associazione Centro meteorologico lombardo, che ha promosso una petizione e inviato una lettera sulla questione alla presidenza di Regione Lombardia e a diversi assessorati, nei giorni scorsi.

Questo perché una Circolare ordinativa, risalente già a un anno fa, ha prospettato la chiusura del Cmr “nell’ambito di una generale riorganizzazione dei servizi, decisa a livello nazionale, dall’Aeronautica – prosegue Pizzul –. Uomini e mezzi verrebbero smistati altrove e forse concentrati tutti in un unico centro del nord Italia. Ma in questo modo si priverebbe Milano e la Lombardia non solo di un centro di studi importante e di un servizio fondamentale, pensiamo solo alla lotta all’inquinamento, appunto, ma anche del Museo delle radiosonde antiche e dell’archivio climatologico, patrimoni storici e culturali”.

 

Nella mozione Pizzul e il Pd impegnano la Giunta a “individuare ogni azione utile da mettere in campo affinché sia rivalutata la dismissione di una realtà prestigiosa e consolidata come il 1° Centro meteorologico regionale di Milano Linate, cercando di mantenere sul territorio lombardo il servizio e di preservarne la ricchezza in termini di strumentazione, dati ed elaborazioni, competenze e conoscenze, valore storico, potenziale operativo e capitale umano”.

 

Milano, 1 giugno 2016

 


Condividi questo articolo

Vedi anche: