Archivio > COMUNICATO STAMPA

Eni Versalis: un sì unanime alla risoluzione

LAVORO »

 

 


 

Eni Versalis

CARRA (PD): “SI’ UNANIME ALLA RISOLUZIONE IN DIFESA DELLA CHIMICA LOMBARDA E ITALIANA”

 

E' stata approvata all’unanimità in Consiglio regionale la risoluzione presentata dai consiglieri regionali del Partito Democratico Marco Carra, Onorio Rosati, Enrico Brambilla, Mario Barboni e Gian Antonio Girelli in merito alla situazione aziendale ed occupazionale dell'Eni/Versalis. Il testo approvato impegna la Giunta ad intervenire nei confronti del Ministero competente e del Governo, affinché verifichi con Eni le condizioni di permanenza della stessa in Versalis e, a fronte dell'eventuale cessione da parte di Eni di proprie quote in Versalis, si assicuri che l'acquirente sia un partner in grado di rilanciare la petrolchimica italiana nella competizione con i grandi produttori globali e di assicurare forti investimenti in ricerca e sviluppo, anche sul fronte della tutela brevettuale dell'innovazione biotecnologica, contribuendo così all'innovazione e all'occupazione dell'intero sistema Paese; ad istituire un Tavolo istituzionale regionale per la chimica e l'energia; a chiedere al Governo di valutare il coinvolgimento del Fondo Strategico Nazionale quale eventuale strumento economico d'aiuto; ad attivarsi con le altre Regioni interessate al fine d'istituire un tavolo di coordinamento interregionale del così detto "quadrilatero padano"; a definire un'azione coordinata, con le aziende del territorio e condivisa con la pubblica amministrazione, dedicata alle scuole della regione per la promozione dell'industria chimica quale attività ecosostenibile e orientata all'innovazione tecnologica, anche attraverso la conoscenza delle tecniche per la promozione della blue economy.

Nonostante la grave emorragia che la chimica in Italia sta subendo da anni, l'intero settore occupa ancora oggi un numero di dipendenti pari a 109.000, per complessive 2.800 imprese circa che rappresentano il 10 % della produzione europea.

Marco Carra che ha predisposto il documento e Onorio Rosati, che ne è il relatore, si sono detti soddisfatti del voto unanime ottenuto: “Solo portando avanti un'operazione coordinata, a partire dall'approvazione di un documento condiviso, e attivandosi, anche insieme alle altre Regioni coinvolte per istituire un tavolo interregionale, come chiede la risoluzione - hanno spiegato - si potranno ottenere risultati efficaci: è questa l'azione politica più importante che possiamo fare a sostegno dell'industria chimica e dei suoi lavoratori”.

 

Milano, 21 giugno 2016

 

 


Condividi questo articolo

Vedi anche: