Archivio > COMUNICATO STAMPA

Torrente Cosia: polemica inutile della Lega, ora quanto prima le risorse

AMBIENTE »

 

 


Torrente Cosia GAFFURI (PD): “INUTILE LA POLEMICA DELLA LEGA: LA REGIONE HA RICONOSCIUTO LA SUA COMPETENZA. ORA QUANTO PRIMA LE RISORSE”

 

“Ho provveduto a coordinare la struttura dedicata dell’assessorato con l’Ufficio territoriale regionale dell’Insubria, quale autorità idraulica competente”, esordisce così, riconoscendo oltre tutto la competenza di Regione Lombardia, l’assessore regionale al Territorio, urbanistica e difesa del suolo Beccalossi nella risposta alla lettera di sollecito di Luca Gaffuri, consigliere regionale del Pd, circa i problemi dell’alveo del torrente Cosia, nel tratto che scorre in Comune di Como.

 

“Una folta vegetazione ha preso praticamente possesso della sede del torrente – aveva scritto Gaffuri all’assessore –. Una situazione che potrebbe causare condizioni di pericolo idraulico in occasione di eventuali prossimi episodi atmosferici di forte violenza, qualora si verificasse un intenso afflusso di acque meteoriche con conseguente improvviso aumento della portata del torrente”.

 

Ora, a distanza di due settimane, la risposta dell’assessore: “Il dirigente dell’Utr dell’Insubria ha effettuato il 12 luglio scorso, con i funzionari del

Comune di Como, un sopralluogo sul torrente, fra la via Castelnuovo e la via Ambrosoli, ispezionando con attenzione il tratto che precede la tombinatura del torrente stesso, dove cambia l’autorità idraulica – prosegue la lettera –. La vegetazione presente, per lo più erbacea, collocata nella parte più laterale della sponda, secondo i riscontri tecnici, non risulterebbe ‘rilevante’ al deflusso. Occorre tuttavia prevedere un intervento manutentivo per evitare che l’aumento della vegetazione stessa possa comportare un ulteriore degrado del selciato di fondo del torrente”.

 

L’assessorato fa, inoltre, sapere che “il Comune ha richiesto a Regione Lombardia il finanziamento dei lavori di manutenzione, accollandosi le spese di progettazione e il coordinamento dei lavori. A fronte della difficoltà a reperire risorse aggiuntive, provvederemo a calendarizzare gli interventi di manutenzione nelle prossime programmazioni”.

 

A questo punto non rimane a Gaffuri che vigilare “affinché queste risorse vengano davvero inserite quanto prima nella lista degli interventi più urgenti. L’importante è che ora sia chiaro anche alla Lega Nord, che sollevò una polemica nei confronti del Comune, come la competenza sia in capo alla Regione che ha l’onere di monitorare la situazione e, nel caso, porvi rimedio”.

 

Milano, 28 luglio 2016


Condividi questo articolo

Vedi anche: