Archivio > COMUNICATO STAMPA

Piano Regionale della Mobilità e Trasporti, il Pd vota NO

TRASPORTI E INFRASTRUTTURE »

 

 


 

Piano Regionale della Mobilità e Trasporti, il Pd vota NO. Gaffuri: “Piano senza visione e insufficiente”

ll Partito democratico ha votato No al Piano regionale mobilità e trasporti in approvazione in Consiglio regionale. Il consigliere regionale del Pd Luca Gaffuri ne spiega le motivazioni. "Il Prmt, così come pensato dalla Giunta, è un piano che non fa scelte e si limita a elencare delle questioni senza indicare strategie, priorità e risorse – dichiara -. E’  una mappatura dell’esistente e non un piano strategico con una visione del futuro di questa regione. Mentre la Giunta Maroni progetta nuove autostrade per 315 chilometri, rimangono irrisolti problemi reali quali il trasporto ferroviario e il trasporto interurbano che vengono lasciati a se stessi”.

L’Aula ha approvato un emendamento del Pd relativo al collegamento ferroviario tra Erba e Como. Soddisfatto Gaffuri: “Abbiamo chiesto che vengano inserite corse che colleghino Erba e Como – spiega - o in alternativa che si faccia in modo tale che le coincidenze della linea Asso - Milano e la linea Como - Lecco permettano di assicurare collegamento tra le due città. Purtroppo invece è stato cassato un mio emendamento con il quale si chiede di realizzare il secondo lotto della tangenziale di Como, estraendo il piano dalla ipotetica autostrada Varese - Como - Lecco della quale chiediamo lo stralcio. Sempre su questo progetto l’Aula ha approvato un mio ordine del giorno con il quale si chiede alla Regione di portare a termine il tracciato del secondo lotto della tangenziale coordinandosi con le amministrazione territoriali, e che CAL e Pedemontana formulino il nuovo piano finanziario relativo al primo lotto della tangenziale come richiesto dal ministro Delrio”.

 

 

Milano, 20 settembre 2016

 


Condividi questo articolo

Vedi anche: