Archivio > COMUNICATO STAMPA

Referendum 'Prima i nostri', una mozione urgente per tutelare i lavoratori italiani

ISTITUZIONI E POLITICA »

 

 


 

Referendum ‘Prima i nostri’

ALFIERI (PD): “UNA MOZIONE URGENTE PER TUTELARE I LAVORATORI ITALIANI. MARONI DECIDA CON CHI STARE: CON LA LEGA DEI TICINESI O CON I FRONTALIERI”

Una mozione urgente per cercare di chiarire quanto prima i rapporti tra Lombardia e Canton Ticino dopo l’esito del referendum ‘Prima i nostri’. La presenterà domani, martedì 27 settembre 2016, all’inizio della seduta settimanale del Consiglio regionale, il Gruppo regionale del Pd. Obiettivo togliere ogni ambiguità nelle azioni di Palazzo Lombardia su una partita così delicata e che coinvolge 25mila cittadini della provincia di Varese.

“Maroni, Salvini e la Lega Nord non sono esenti da colpe per quanto avvenuto domenica in Canton Ticino – dichiara Alessandro Alfieri, segretario regionale del Pd –. Basti ricordare che solo il weekend precedente, sul palco di Pontida, presenziavano, tra tutti gli onori, esponenti della Lega dei Ticinesi, tra i promotori del referendum”.

Ma non è solo una questione politica: “Esiste una Commissione speciale che dovrebbe occuparsi dei rapporti tra le due regioni contermini – conclude Alfieri –. Dall'inizio dell’anno gli incontri si sono via via rarefatti fino a non riunirsi più dopo le vacanze estive. Eppure i temi non mancano. E di fronte a quanto è successo in questi anni, il Consiglio regionale ha incontrato le istituzioni ticinesi una volta sola, appena insediato. Non è accettabile. Maroni deve decidersi: o con i frontalieri o con la Lega dei Ticinesi”.

Milano, 26 settembre 2016


Condividi questo articolo

Vedi anche: