Archivio > COMUNICATO STAMPA

Legge parchi rinviata ancora: dilettanti allo sbaraglio

AGRICOLTURA »

 

 


 

Legge Parchi

PD: “RINVIATA ANCORA UNA VOLTA: DILETTANTI ALLO SBARAGLIO”

 

“Dilettanti allo sbaraglio”, per Agostino Alloni e Marco Carra, consiglieri regionali del Pd e componenti della VIII Commissione Agricoltura del Consiglio regionale, lo sono l’assessore e la maggioranza dopo l’ennesima frattura che sta portando a un nuovo impasse sul progetto di legge per la riorganizzazione del sistema lombardo di gestione e tutela delle aree regionali protette.

“Dovevamo presentare gli emendamenti entro oggi ed eravamo anche pronti, invece, all’ultimo, hanno spostato la data a lunedì 17 ottobre. Quindi, hanno portato più avanti anche la discussione in Aula del provvedimento, finora calendarizzato per martedì 25 ottobre”, fanno sapere Carra e Alloni.

 

“Non è la prima e non sarà l’ultima volta che accade un pasticcio del genere – ricordano i consiglieri Pd –. Ma questo significa che le azioni non sono collegate a un progetto di sviluppo del territorio, un obiettivo preciso, a una strategia condivisa. Insomma, si viaggia a vista. Avevano già rinviato la discussione una volta: di fronte alla seconda data avevamo fatto notare che, dopo le audizioni, si rendeva necessario rivedere il progetto di legge. E nell’ultima seduta di Commissione abbiamo caldeggiato un ulteriore rinvio della trattazione in Consiglio. Invece, ci è stato risposto che non era necessario, come in una sorta di sfida. Salvo, poi, non solo ritrovarsi divisi con il resto del popolo ambientalista e che rappresenta le aree protette, ma anche al loro interno. Ecco perché li definisco dilettanti allo sbaraglio”.

 

Il Pd non sta certo a guardare: “I nostri puntuali emendamenti sono pronti, ma abbiamo anche una proposta di legge alternativa che verrà presentata tra pochi giorni, sabato 15 ottobre, a partire dalle 10, nella sala del Broletto di Pavia, durante un convegno sul tema ‘Parchi: dalla tutela del territorio allo sviluppo sostenibile’. Tra i relatori, oltre a noi che siamo i proponenti, vi saranno Federparchi, Legambiente, il Politecnico di Milano e parteciperanno le associazioni ambientaliste, le categorie economiche e sociali, gli amministratori locali, i presidenti delle aree protette”.

La prima finalità di questa legge, per il Pd, dovrà essere quella di “favorire il passaggio per le aree protette da una funzione di esclusiva salvaguardia a una funzione di tutela e fruizione in sinergia con uno sviluppo sostenibile dei territori – preannunciano Alloni e Carra –. Insomma, un’idea totalmente diversa da quella di semplice razionalizzazione della Giunta Maroni”.

 

Milano, 11 ottobre 2016

 

 


Condividi questo articolo

Vedi anche: