Archivio > COMUNICATO STAMPA

Pirolisi: è ufficiale il no all'impianto di Retorbido

AMBIENTE »

 

 


 

Pirolisi

VILLANI (PD): “LEGGE SUI PARCHI NON IMPUGNATA: UFFICIALE IL NO ALL’IMPIANTO DI RETORBIDO”

 

“Stamattina, durante la seduta di Consiglio regionale, il presidente Cattaneo ha comunicato che il Governo non ha impugnato la legge lombarda sui parchi. In questo modo diventa ufficiale quanto previsto dall’articolo che dice definitivamente no all’impianto di pirolisi di Retorbido”, lo annuncia Giuseppe Villani, consigliere regionale del Pd e capogruppo in VI Commissione Ambiente, appena appresa la notizia.

La legge regionale è la n. 28 del 17 novembre 2016 dal titolo ‘Riorganizzazione del sistema lombardo di gestione e tutela delle aree regionali protette e delle altre forme di tutela presenti sul territorio’ e l’articolo è il numero 11 ‘Istituzione di nuove aree regionali protette e disposizioni di tutela’ in cui è stato inserito il comma 5 che impedisce di fatto la realizzazione dell’impianto di pirolisi. Il testo recita, infatti, “Allo scopo di tutelare la qualità ecologica, i caratteri naturalistici, il valore paesaggistico, la flora e la fauna protette e i rispettivi habitat, nei parchi naturali, nelle riserve naturali, nei monumenti naturali, nei siti di Rete Natura 2000 e nei corridoi ecologici primari della Rete ecologica regionale è vietata la realizzazione di impianti che svolgono attività di recupero o anche di smaltimento rifiuti di cui alle operazioni R1 o D10 degli allegati C e B alla parte IV del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 (Norme in materia ambientale) appartenenti alle categorie di attività industriali di cui al punto 5.2 dell’allegato VIII alla parte II del d.lgs. 152/2006, fatto salvo il caso in cui tali operazioni siano già autorizzate all'interno del perimetro individuato dall’autorizzazione in essere alla data di entrata in vigore della presente legge; il divieto si applica anche alle istanze autorizzative in corso a tale data”.

“È una buona notizia che chiude definitivamente sul piano istituzionale la vicenda dell’indesiderato impianto”, conclude Villani.

Milano, 24 gennaio 2017


Condividi questo articolo

Vedi anche: