Archivio > COMUNICATO STAMPA

Ancora più di due anni per il completamento dell'ospedale di Asola, vigileremo sui lavori

SANITÀ »

 

 


 

Sanità

CARRA (PD): “ANCORA PIU ‘DI DUE ANNI PER IL  COMPLETAMENTO DELL’OSPEDALE DI ASOLA, VIGILEREMO SUI LAVORI”

“Finalmente, dopo troppi rinvii, ci hanno dato i tempi del termine dei lavori di ristrutturazione dell’Ospedale di Asola. Certo ci aspettavamo tempi più brevi di quelli che ci sono stati riferiti oggi. Tra poco più di due anni, salvo intoppi e ritardi, cui ci hanno purtroppo abituati, saranno terminati i lavori del presidio ospedaliero di Asola, fermi dal 2014 per verifiche tecniche, il cui completamento è arrivato solo al 70% e per il quale sono state raccolte in un mese le firme di decine di migliaia di cittadini stanchi di attendere - afferma il consigliere regionale Pd Marco Carra, che ha avuto stamattina, finalmente, la risposta alla sua ennesima interrogazione sul tema da parte dell'assessore al Welfare Giulio Gallera in Commissione Sanità. - La gente è esasperata per questi lavori infiniti - continua Carra - l'ospedale in questione ha infatti un bacino di utenza di circa 90mila pazienti, che comprende, oltre alla provincia di Mantova, anche quella di Cremona e Brescia.

Nel 2010 sono infatti iniziati i lavori di ristrutturazione che avrebbero dovuto essere terminati entro 3 anni e interessare, nella prima fase, il Pronto Soccorso, il secondo piano (ossia la ex Medicina) e un'ala del primo piano (ex Endoscopia digestiva, ex Oculistica e relativa sala operatoria). La seconda fase doveva invece riguardare l'ala del primo piano oggi occupata dall'Ostetricia e Ginecologia e un'ala del piano terra. Ma, dal 2014, il cantiere è fermo ed è stata bloccata la seconda fase di ristrutturazione.

“Ho ringraziato l'assessore per aver finalmente sbloccato la pratica, dopo 3 anni di stop, deliberando 400.000 euro per la variante Certo è che altri 2 anni e mezzo per i lavori di completamento di un cantiere aperto nel 2010 non sono pochi: prendiamo atto che la stazione appaltante – Infrastrutture Lombarde – sarà certamente competente dal punto di vista tecnico, ma per quanta riguarda la gestione di un appalto, lascia a desiderare, dal momento che attendere 10 anni la ristrutturazione di un ospedale di territorio (non la sua costruzione) francamente sembra un po' troppo. Al prossimo intoppo i 23mila cittadini che hanno firmato per chiedere la conclusione dei lavori dell’ospedale di Asola si presenteranno sotto la sede di Regione Lombardia a chiedere spiegazioni. Vigileremo affinché non ce ne sia bisogno”.

Milano, 10 maggio 2017


Condividi questo articolo

Vedi anche: