Archivio > COMUNICATO STAMPA

Corteolona: applicare la risoluzione approvata dal consiglio e coinvolgere di più il territorio

AMBIENTE »

 

 


 

Corteolona

VILLANI (PD): “APPLICARE LA RISOLUZIONE APPROVATA DAL CONSIGLIO E COINVOLGERE DI PIÙ IL TERRITORIO”

 

Si è tenuta stamattina, in VI Commissione Ambiente, l’audizione con la Consulta Ambiente e Territorio del Basso Pavese, in merito all’autorizzazione alla costruzione ed esercizio di un impianto per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili ubicato nel comune di Corteolona e Genzone e all’istanza di modifica sostanziale dell’Aia, proponente A2a Ambiente spa.

“Come Commissione possiamo solo dare dei suggerimenti alla Regione – ha detto nel suo intervento Giuseppe Villani, consigliere regionale del Pd e capogruppo in Commissione –. Ma rimango convinto della correttezza della risoluzione, che si è tramutata in una decisione presa dal Consiglio regionale, in cui i punti cardine riguardavano la raccolta differenziata spinta, il no deciso a nuove discariche e la dismissione progressiva degli inceneritori, tranne in alcuni casi in cui si può al massimo prevedere il revamping. E secondo noi Regione Lombardia deve proseguire proprio su questa strada, tant’è che lo stesso Piano regionale dei rifiuti è ispirato a queste linee”.

Quello che piuttosto Villani ha chiesto ai rappresentanti del territorio presenti all’audizione, è stato di “coinvolgere non solo i 70 sindaci di realtà che soffrono situazioni analoghe, ma, per avere più forza, tutti i sindaci pavesi, in primis proprio quello di Corteolona (che verrà sentito in audizione prossimamente, ndr) e di Belgioioso che è il Comune più grande della zona”.

L’obiettivo, per il consigliere Pd, è “lavorare tutti insieme non solo sul tema della Rer in Conferenza dei servizi, ma anche sugli aspetti sanitari. Quindi, oltre a ciò che emergerà dalle decisioni del Tar, si dovrà tener conto anche degli altri elementi. Ribadisco che è necessario avere il massimo possibile di argomenti utili alla causa e il maggior coinvolgimento di soggetti interessati”.

Milano, 11 maggio 2017


Condividi questo articolo

Vedi anche: