Archivio > COMUNICATO STAMPA

Officine Grandi Riparazioni di Sermide, non si può più rinviare

TRASPORTI E INFRASTRUTTURE »

 

 


 

OGR SERMIDE, CARRA (PD): “basta rinvii, la regione si impegni per il rilancio e faccia un accordo di programma entro il 2017”

Rilanciare il polo ferroviario di Sermide definendo un cronoprogramma certo di investimenti e attività. E' quanto chiede il consigliere regionale del PD Marco Carra con una interrogazione alla giunta regionale.

“Le Officine Grandi Riparazioni di Sermide rappresentano un polo strategico per il sistema ferroviario tra Lombardia ed Emilia Romagna e negli ultimi anni sono state diverse le iniziative volte a rilanciarne la struttura e le attività” spiega Carra. “Con le Amministrazioni di Sermide e Felonica – continua il consigliere democratico - condividiamo la necessità di fare il punto sulle prospettive di questo polo ferroviario. L'assessore Sorte dovrà dirci se entro la fine di quest’anno la giunta regionale intenda sottoscrivere un protocollo di intesa con la regione Emilia Romagna al fine di rilanciare le Officine. Già nel 2015 si era svolto un incontro a Bologna tra i consiglieri regionali che si occupano di mobilità e l’Assessore ai trasporti dell’Emilia Romagna Raffaele Donini per un aggiornamento della situazione occupazionale e delle prospettive del piano industriale, ma dobbiamo registrare che da allora nessun passo avanti è stato compiuto, nonostante le nostre ripetute richieste di avere notizie sull'avanzamento della vicenda. Quindi torniamo a chiedere all'assessore Sorte che cosa abbia fatto concretamente in questi anni per rilanciare le Officine Grandi Riparazioni di Sermide e se non intenda, entro fine 2017, sottoscrivere un protocollo d'intesa con la Regione Emilia Romagna che indichi chiaramente un programma di investimenti e di attività di rilancio e di ampliamento del polo ferroviario. Evidentemente il territorio del destra Secchia è del tutto sconosciuto al centrodestra che governa a Palazzo Lombardia visto che da anni sentiamo promesse, tanto sulle Officine quanto sull'ospedale di Pieve di Coriano, che non sono mai state mantenute.”

Milano, 6 giugno 2017


Condividi questo articolo

Vedi anche: