Archivio > INTERROGAZIONE

Iter autorizzativi cave e discariche di Brescia

AMBIENTE »

 

 


 

 

INTERROGAZIONE

CON RISPOSTA IMMEDIATA IN AULA

Al Presidente del

Consiglio Regionale Lombardia

Oggetto: Iter autorizzativi cave e discariche di Brescia

I sottoscritti Consiglieri regionali,

PREMESSO CHE:

in data 8/01/2015 veniva presentata una itr/qt (nr. 001151/qt) relativamente alla situazione ambientale della provincia di Brescia alla quale veniva fornita puntuale risposta da parte dell'assessore all'ambiente di Regione Lombardia con una nota nella quale veniva fotografata la situazione degli iter autorizzativi di Cave e discariche nella Provincia di Brescia;

CONSIDERATO CHE:

rispetto a tale risposta, nel periodo intercorso, alcuni iter hanno trovato la loro conclusione (es. Bosco Stella), altri hanno avuto sviluppi e probabilmente ci sono state nuove richieste autorizzative;

RILEVATO CHE:

le criticità di questo territorio sono ancora rilevanti e che non sempre si riesce ad avere notizie certe e puntuali (anche tramite la consultazione del portale SILVIA di Regione Lombardia);

RILEVATO INOLTRE CHE:

visto quanto richiamato sopra diventa esiziale avere un quadro puntuale e preciso della situazione;

CONSIDERATO INFINE CHE:

una recente sentenza del Consiglio si Stato (sentenza n. 2790/2017) inerente l'indice di pressione ambientale ha generato confusione ed interpretazioni di vario tipo da parte dei media.

INTERROGANO L’ASSESSORE COMPETENTE PER SAPERE:

  • quanti, quali e a che punto siano gli iter autorizzativi inerenti cave e discariche del territorio bresciano (AIA comprese) e quali siano in realtà le ricadute rispetto alla sentenza del consiglio di Stato sopra richiamata.

Milano, 29 giugno 2017

Gian Antonio Girelli

Laura Barzaghi

Corrado Tomasi

Agostino Alloni

Giuseppe Villani


Condividi questo articolo

Vedi anche: