Archivio > COMUNICATO STAMPA

Ospedale di Asola, l'ennesima presa in giro: i lavori devono ancora cominciare

SANITÀ »

 

 


 

Ospedale di Asola

CARRA (PD): “ENNESIMA PRESA IN GIRO: DEVONO ANCORA COMINCIARE I LAVORI CHE AVREBBERO DOVUTO ESSERE GIA' TERMINATI”

Aveva annunciato che avrebbe vigilato sull'esecuzione dei lavori il consigliere Pd Marco Carra che lo scorso maggio ha presentato un'interrogazione per conoscere il cronoprogramma, dopo tanti rinvii, per il termine della ristrutturazione dell’Ospedale di Asola.

“Se tutto va bene occorreranno comunque altri 9 mesi solo per fare una nuova progettazione, per una ristrutturazione iniziata nel 2010. La gente è giustamente esasperata per questi lavori infiniti, per questo sono state raccolte tante firme - continua Carra - l'ospedale ha un bacino di utenza di circa 90mila pazienti, che comprende, oltre alla provincia di Mantova, anche quella di Cremona e Brescia. L'assessore Gallera oggi ci ha assicurato che Regione Lombardia troverà i 2 milioni di euro che ancora mancano per il completamento dell'ospedale arrivato sinora solo al 70%, e i cui ultimi lavori arriveranno a costare complessivamente altri 3 milioni. Ci sentiamo tutti presi in giro perché solo a maggio in risposta alla mia interrogazione l'assessore aveva assicurato con un cronoprogramma che in 2 anni i lavori sarebbero terminati. Evidentemente hanno scherzato, ripetendo più volte il mantra di una conclusione dell'opera in tempi rapidi. Solo oggi abbiamo avuto un quadro completo il cui esito è drammaticamente chiaro. Chiedo a questo punto risposte certe e fatti che seguano agli impegni presi. Attendere 10 anni per la ristrutturazione di un ospedale di territorio è semplicemente assurdo.”.

Milano, 22 novembre 2017


Condividi questo articolo

Vedi anche: