Archivio > INTERROGAZIONE

Studentato Aler di via Barrili/Neera a Milano

TERRITORIO »

 

 


 

INTERROGAZIONE CON RISPOSTA SCRITTA

Al Presidente

del Consiglio regionale della Lombardia

Oggetto: studentato ALER di via Barrili/Neera a Milano.

I sottoscritti consiglieri regionali:

A Conoscenza che:

Nel 2005 viene inaugurata la residenza per studenti, sita in via Barrili/Neera

la struttura, di proprietà ALER, viene realizzata attraverso una delle molte iniziative volte a riqualificare il quartiere Stadera.

la ristrutturazione dell’immobile, prima adibito a residenza civile e poi dismesso a causa delle ridotte dimensioni degli alloggi, affidata all’Azienda del costruttore Putignano, che dopo i lavori di adeguamento l’avrebbe affidata alla coop. “l’Arciere”.

nel 2008 subentra nella gestione la coop. “Quadrifoglio” che a sua volta mette a disposizione la struttura per il CIDiS (Consorzio Pubblico Interuniversitario tra vari Atenei Milanesi) e l’immobile viene adibito all’ospitalità di studenti stranieri inseriti nel progetto Erasmus.

nel 2013 lo studentato viene abbandonato dal CIDiS a causa del malfunzionamento degli impianti per il riscaldamento e raffrescamento dell’immobile, delle infiltrazioni meteoriche e della scarsità di postazioni WIFI internet, indispensabili, considerando l’utilizzo degli alloggi da parte di studenti stranieri.

A Conoscenza inoltre che:

da circa 5 anni lo studentato è chiuso e ciò sottrae all’utilizzo ben 76 alloggi con 110 posti letto. Un vero spreco considerando il costo degli affitti che gli studenti fuori sede sono costretti a pagare sul mercato privato.

nell’aprile 2017 appare sulla stampa cittadina la notizia che nel settembre successivo la struttura sarebbe stata riaperta affidandola al NABA (Nuova Accademia di Belle Arti) per i suoi studenti. Da allora nessun’altra novità e l’immobile giace malinconicamente inutilizzato.

nel sotterraneo del cortile ove ha sede lo studentato sono stati realizzati anche una trentina di box che dalla loro costruzione sono anch’essi inutilizzati

Considerato che:

il Consiglio Regionale della Lombardia, a proposito dell'argomento studentato ALER di via Barrili/Neera, nel corso della seduta del 7 luglio 2015 ha approvato, con voto unanime, la mozione X/480 che invitava la Giunta: “a continuare a lavorare insieme ad ALER affinché risolva finalmente il contenzioso che blocca l'apertura dello studentato e affinché quegli spazi vengano restituiti alla pubblica utilità nel più breve tempo possibile”

Considerato inoltre che:

il monitoraggio degli atti di indirizzo del Consiglio regionale riporta nello stato di attuazione la seguente risposta: “L'argomento, affrontato nel Collegio di Vigilanza dell'Accordo di Programma “Contratto di Quartiere Stadera” del 15.04.2015, è stato oggetto di successivi approfondimenti tecnici di ALER, Comune di Milano e Regione Lombardia in sede di Segreteria Tecnica (ST) dello stesso Accordo. Nello specifico, nella ST dell' 8.07.2015 ALER ha comunicato l'avvio delle procedure per l'attivazione della garanzia decennale postuma per il risarcimento dei danni sull'edificio dovuti da difetti di costruzione. In data 02.10.2015 si è svolto il sopralluogo richiesto dai periti della società Assicurativa dell'Impresa Costruttrice e Concessionaria dello studentato, e nell'ultima ST del 17.11.2015, ALER ha comunicato di essere in attesa degli esiti, cui far seguire, una volta concluse le procedure per l'attivazione della garanzia decennale, le iniziative per la presa in gestione diretta della struttura da parte della stessa ALER

Interroga la Giunta e l'Assessore competente per sapere:

Se Regione Lombardia non ritenga opportuno intraprendere iniziative volte a sollecitare la proprietà ALER, anche in considerazione delle ingenti risorse pubbliche utilizzate, alla risoluzione definitiva della problematica dello studentato di via Barrili/via Neera di Milano.

Milano 11 giugno 2018


Condividi questo articolo

Vedi anche: