Archivio > COMUNICATO STAMPA

Casalmaggiore: ponte protagonista in Consiglio, in attesa di risposte concrete

TRASPORTI E INFRASTRUTTURE »

 

 


 

CASALMAGGIORE, PILONI E FORATTINI (PD): “PONTE PROTAGONISTA IN CONSIGLIO REGIONALE, CI ASPETTIAMO RISPOSTE CONCRETE”

“Si preannuncia una settimana intensa per le sorti di chi attraversa il ponte di Casalmaggiore. Domani, durante la prima seduta di consiglio regionale dopo la pausa estiva, l’assessore risponderà finalmente, dopo 4 mesi, alla nostra interpellanza e giovedì, in commissione Territorio e Infrastrutture, si terrà l’audizione del comitato Treno-Ponte-Tangenziale”.

I consiglieri regionali del PD Matteo Piloni e Antonella Forattini comunicano così le iniziative in programma al Pirellone riguardanti le sorti del ponte di Casalmaggiore, chiuso ormai più di un anno fa per un problema strutturale e che tanti disagi ha causato e sta causando ai cittadini e all'economia locale.

“Nel nostro documento chiediamo alla Giunta lombarda che si riattivino i contatti con l'Emilia Romagna per seguire da vicino i lavori di ripristino della sicurezza del ponte per arrivare a una riapertura in tempi brevi. Oltre a ciò, chiediamo che la Regione Lombardia, insieme all'Emilia Romagna e al Governo, stanzino le risorse per la progettazione di un nuovo ponte” spiegano Piloni e Forattini, ribadendo tutte le questioni sul tavolo, ma ponendo l’accento sulla necessità di realizzare una nuova infrastruttura e ricordando che, durante l’assestamento di bilancio del 31 luglio scorso il Consiglio ha approvato, pur senza impegno economico, un ordine del giorno del PD che invitava la Giunta lombarda a predisporre un progetto per la realizzazione di un nuovo ponte.

“Sappiamo bene che la competenza principale è del Governo, che fino ad oggi non ha fatto ancora nulla in merito alla necessità di un nuovo ponte – riconoscono i consiglieri - Anzi, dal Ministro Toninelli, che durante la campagna elettorale ha compiuto diversi sopralluoghi, leggiamo solo continue dichiarazioni che riportano spesso notizie errate. L’ultima risale al 9 settembre scorso, quando, in un’intervista a Repubblica, dichiara di essere intervenuto con 35 milioni di euro per i ponti del Po. Soldi che però ha stanziato il Governo Gentiloni grazie all’ex Ministro Delrio e all’interessamento dell’On. Luciano Pizzetti. Questi soldi sono gli unici atti concreti che riguardano i ponti del Po, tra cui quello di Casalmaggiore. Dall’attuale Governo, al momento, continuiamo ad ascoltare solo inutili chiacchiere”.

“Per questi motivi chiediamo un interessamento in prima persona della Regione - spiegano Piloni e Forattini - affinché intervenga nei confronti del Governo per mantenere alta l’attenzione su un problema infrastrutturale estremamente serio”.

Non è solo la questione del ponte che affligge la zona, infatti i consiglieri dem hanno inviato oggi una lettera agli assessori Massimo Sertori e Davide Caparini, rispettivamente al Territorio e al Bilancio, per sollecitare un incontro sulle diverse problematiche che riguardano il territorio casalasco-viadanese.

“C’è la necessità di istituire una sorta di agenda del territorio casalasco-viadanese, con l’obiettivo – concludono Piloni e Forattini - di far fronte alle varie questioni sul tavolo, così da seguirle con la dovuta attenzione e le necessarie azioni, coinvolgendo ovviamente le realtà locali, istituzionali, economiche e sociali”.

Milano, 10 settembre 2018

L’interpellanza
La lettera

 


Condividi questo articolo

Vedi anche: