Archivio > COMUNICATO STAMPA

Sversamento fiume Serio: accertare subito cause e responsabilità

AMBIENTE »

 

 


 

SVERSAMENTO FIUME SERIO

DEGLI ANGELI (M5S) E PILONI(PD) SCRIVONO ALL’ASSESSORE CATTANEO: “ACCERTARE SUBITO CAUSE E RESPONSABILITÀ”

Gli sversamenti inquinanti nel fiume Serio degli ultimi giorni non sono certo passati inosservati. Se, da un lato, le autorità politiche cittadine hanno immediatamente allertato gli organi competenti per capire l’origine della fuoriuscita e, soprattutto, la natura delle sostanze che formavano il denso strato di schiuma bianca, dall’altro i consiglieri regionali cremaschi, Marco Degli Angeli (M5S) e Matteo Piloni (PD), lavorando in sinergia, hanno inviato, questa mattina, una lettera all’assessore all’Ambiente di Regione Lombardia Raffaele Cattaneo.

“Abbiamo informato l’assessore e richiamato la sua attenzione su un fatto molto grave che purtroppo si ripete, periodicamente, nelle acque del fiume Serio – dicono i consiglieri – Abbiamo chiesto a Cattaneo di attivarsi, acquisendo tramite i suoi uffici tutte le informazioni necessarie, per poter risalire alle cause che hanno determinato questo danno ambientale non indifferente e, una volta accertate le origini e le responsabilità, provvedere a comminare delle sanzioni esemplari”.

“Fino a quando non arriveranno i risultati delle analisi che sta effettuando l’ATS di competenza, non si conosceranno le sostanze fuoriuscite nel fiume che hanno provocato la formazione dello strato di schiuma bianca” spiegano i consiglieri che concordano poi sulla necessità di “dar vita ad una regia coordinata ed efficiente che intervenga in situazioni del genere e, soprattutto, che vi sia la predisposizione di sanzioni esemplari per chi si rende protagonista di quelli che sono da considerare a tutti gli effetti dei veri e propri reati ambientali”.

“Promettiamo di mantenere alta l’attenzione su questa situazione e di adoperarci con tutti i mezzi a nostra disposizione per dare risposte concrete ai cittadini cremaschi” concludono Degli Angeli e Piloni.

Milano, 29 novembre 2018


Condividi questo articolo

Vedi anche: