Archivio > ALTRO DOCUMENTO

Il PD porta Ledha in commissione Sanità

POLITICHE SOCIALI »

 

 


 

IL PD PORTA  LEDHA  IN COMMISSIONE SANITÀ

La Regione riconosca l’associazione nella legge sul volontariato

 

L’attivazione del Fondo unico per la disabilità, il sostegno ai processi di presa in carico delle persone disabili e l'aggiornamento della legge regionale sul volontariato, la 1/2008, con il riconoscimento di LEDHA  (Lega per i diritti delle persone con disabilità) tra le associazioni in rappresentanza  dei disabili e quindi meritevoli di sostegno.  

Queste le istanze esposte, nel corso di un’audizione sollecitata dal Pd,  da  Alessandro Manfredi e Alberto Fontana, rispettivamente presidente e componente del direttivo di Ledha  che riunisce  27 tra associazioni regionali e coordinamenti locali, a loro volta formate da oltre 200 associazioni di primo livello. Un’associazione  con una presenza territoriale capillare, dunque, che offre  un prezioso servizio ai disabili e alle loro famiglie,  ma  che ad oggi non è ancora ammessa tra le associazioni riconosciute dalla legge.

Sul fondo unico per la disabilità LEDHA ha evidenziato le difficoltà legate alla presenza di misure regionali differenti, afferenti a tre assessorati diversi, cosa che ne riduce l'efficacia. Quanto alla presa in carico, ovvero la modalità personalizzata con cui la rete sanitaria e di assistenza si dovrebbe prendere cura delle persone disabili, LEDHA segnala le difficoltà che il sistema affronta nel cambiare paradigma rispetto al periodo  pre-riforma della sanità lombarda.

Il Pd,  già il luglio scorso, in occasione dell'assestamento al bilancio, aveva chiesto di riconoscere a LEDHA il ruolo che merita e aveva ottenuto il voto unanime di un ordine del giorno. Trascorsi alcuni mesi senza alcun riconoscimento,   a dicembre durante la discussione del  bilancio preventivo,  aveva presentato  un  nuovo emendamento ad hoc.  L’audizione  della scorsa settimana è stato un ulteriore passo avanti  che fa ben sperare per il riconoscimento di Ledha.

RedazioneSettegiorniPd, 25 gennaio 2019


Condividi questo articolo

Vedi anche: