settegiorni
linea
  torna al sommario condividi:                                       


GOTTARDO, LA GALLERIA CHE AIUTERÀ LA LOMBARDIA

Sopralluogo della Commissione speciale in Canton Ticino. Ma rimane il nodo della Chiasso-Monza

L'hanno testata personalmente e hanno conosciuto più da vicino le infrastrutture e la tecnologia che la supportano: la galleria di base del San Gottardo apre l'11 dicembre e questa settimana è stata percorsa anche da una delegazione composta dalla Commissione speciale Rapporti tra Lombardia e Confederazione elvetica.
"I passeggeri ci metteranno 20 minuti per percorre la galleria, lunga 57,1 chilometri. I treni merci 35 minuti - riassume Luca Gaffuri, segretario della Commissione -. D'altra parte, sono stati investiti 20 miliardi di euro e sono state coinvolte molte imprese italiane. Aspetto importante: a regime, da Chiasso, si prevede che passino 200 treni, ovvero uno ogni 7,2 minuti".
Per Gaffuri si tratta di "un'importantissima opera per la competitività del nord ovest italiano e in particolare della Lombardia. Inoltre, obbligherà a trasportare buona parte delle merci su ferro e abbatterà i tempi di percorrenza verso l'Europa del nord. Voglio solo ricordare che con la realizzazione della galleria del Ceneri si andrà in 3 ore da Milano a Zurigo".
Naturalmente, qualche fronte aperto dal lato italiano del confine rimane: "Visto l'aumento del passaggio dei treni sulla Chiasso-Monza, sarà fondamentale che, considerata la scelta di non realizzare il quadruplicamento dei binari, si assicuri il perfetto funzionamento del sistema di segnalamento ravvicinato per evitare che vada in tilt".

Novità Settegiorni # 382 del 18/11/2016