settegiorni
linea
  torna al sommario condividi:                                       


LA COMMISSIONE CULTURA INCONTRA IL SOTTOSEGRETARIO AL CINEMA

Richiesti più fondi nazionali per la produzione cinematografica per promuovere bellezze e capacità imprenditoriali lombarde

Alla presenza del presidente di Film Commission Alberto Contri e del sottosegretario Massimo Zanello, intervenuti giovedì scorso in commissione Cultura, si è discusso di cinema e degli effetti positivi che si potrebbero ottenere sull'occupazione e sul turismo incentivando la produzione cinematografica in Lombardia
Durante la seduta, è stato auspicato il potenziamento della cinematografia lombarda come elemento di promozione delle bellezze e delle capacità imprenditoriali regionali ed è stato rilevato il ruolo di Film Commission come centrale per rapportarsi adeguatamente con gli organismi di produzione cinematografica locali.
Non è mancata una riflessione sulle risorse con le quali operare, anche a seguito di eventuali tagli della finanziaria. Nel 2008 il fondo unico dello spettacolo ha messo a disposizione per il cinema 84 milioni di euro, di cui 2,3 destinati alla Lombardia (circa 16.000 lavoratori) e poco meno di 60 per la regione Lazio (circa 41.000 addetti). Proprio sul tema dei fondi è intervenuto Mario Barboni per chiedere quali azioni siano state messe in campo per ottenere più riconoscimento economico in Regione Lombardia e cosa sia stato fatto fino ad ora, con una destra che governa per nove anni. Concorde nel condividere la necessità di riconoscere l'impresa cinematografica e creativa lombarda, Fabio Pizzul ha chiesto una maggiore attenzione per i giovani talenti, i film maker e le produzioni cinematografiche indipendenti.
Riconoscendo il momento particolarmente difficile, Massimo Zanello si è impegnato a chiedere maggiori risorse, ribadendo che il potenziamento della cinematografia lombarda porterà influssi positivi e importanti anche sull'economia lombarda. (numero 110 del 1/10/2010)

Novità Settegiorni # 110 del 01/10/2010