settegiorni
linea
  torna al sommario condividi:                                       


PREZZO DEL LATTE, I TRATTORI FUORI DAL PIRELLI

Il Pd propone le audizioni con le associazioni e i primi acquirenti e dice no al tavolo leghista

Coinvolgere la Giunta. Incontrare i rappresentanti di tutte le associazioni di categoria e dei produttori. E fare insieme un percorso condiviso. E' quello che ha chiesto il Pd per fare il punto sul prezzo del latte alla stalla, mentre, da giorni ormai, fuori dal Palazzo Pirelli stazionano i trattori che prendono parte al presidio di protesta sul prezzo del latte. "Abbiamo chiesto di occuparci del prezzo del latte anche in questa Commissione per dare un contributo fattivo. Per farlo vanno chiamate al più presto in audizione le associazioni di categoria e i primi acquirenti. Già settimana prossima, in apertura di seduta, potrebbe essere il momento giusto" dice Agostino Alloni. Questo non significa fare un tavolo regionale, come chiede la Lega. "Il tavolo regionale sul prezzo del latte proposto dal leghista Pietro Foroni non ha senso, anzi, rischia di minare il lavoro che si sta facendo a livello nazionale a cui stanno partecipando tutte le regioni, Lombardia compresa, con l'assessore Gianni Fava" ha specificato Gian Antonio Girelli, secondo cui la proposta della Lega per affrontare il problema della crisi del comparto lattiero caseario è fuori luogo. "Foroni è quantomeno incauto - continua Girelli - perché proprio mentre formulava la sua proposta a Roma era in corso un tavolo di tutta la filiera presieduto dal ministro Martina e tutte le organizzazioni hanno mostrato di condividere la strada intrapresa per affrontare la crisi del settore. Evidentemente la voglia di fare polemica politica ha preso la mano all'esponente leghista, ma questo non va a vantaggio degli allevatori".

Novità Settegiorni # 302 del 13/02/2015